Le Vette di Feltre fanno parte delle incantevoli Dolomiti Bellunesi, che costituiscono la fascia sud-orientale delle Alpi, partendo dalle vette di Feltre fino alla Schiara.

 

Le Vette di Feltre o Vette Feltrine comprendono

 

  • Sasso Scarnia (2226 m)
  • Ramezza (2250 m)
  • Pietena (2195 m)
  • Cima Dodici (2265 m)
  • il Col di Luna (2295 m)
  • il Pavione (2335 m)
  • la Vallazza (2167 m)

 

e racchiudono una grande varietà naturalistica e di paesaggi, caratterizzati da cime erbose che si affacciano su ampi bacini glaciali.

Di queste cime, la principale è il Pavione, che si trova al confine tra Veneto e Trentino, sede di un’area naturale protetta.

 

Consigliato: il percorso del Monte Pavione

 

La durata di questo percorso, che attraversa le vette intorno al Monte Pavione, è di circa 20 km, con un dislivello di 1700 metri, per un totale di circa 9 ore di marcia per andare a toccare la Cima di Monsapiano (2280 m), il Col di Luna (2295 m) e le Vette Grandi (2130 m).

Si parte da Aune (BL), da dove si imbocca il sentiero 810 di S. Antonio, per la prima parte cementato, per poi inerpicarsi in una gola e poi in un canalone, dove si interrompe per ridiventare visibile sulla sinistra dopo circa 100 metri. Qui si sale di quota e al Passo di Sant’Antonio (1800m) si comincia a scendere sul versante opposto. Dopo un tratto in discesa, si ricomincia a salire. Seguendo il sentiero, si arriva infine alla Malga Monsampiano (1902 m), posta in una splendida spianata, dove volendo si può bivaccare anche al chiuso.

 

 

Dalla Malga Monsampiano si prosegue lungo il sentiero 817 per il Passo Pavione (2059 m), oppure si può proseguire sul sentiero 810, dal quale si può raggiungere la Cima di Monsapiano (2280 m), dalla quale seguendo le creste (molto ripide da ambo i lati, quindi attenzione) si può raggiungere la cima del Monte Pavione (2234 m).

Il ritorno avviene scendendo sul crinale del versante est, per poi risalire sul versante ovest del Col di Luna (2295 m). Ci si dirige ora verso sud provedendo sulla dorsale (sempre facendo attenzione, dato che da entrambi i lati è molto ripida) e si giunge alla Sella della Cavallade (2081) da dove sono visibili le Vette Grandi (2120). Si scende lungo il crinale verso il Passo delle Vette Grandi (1994 m) verso il Rifugio Dal Piaz. Da qui si prende il sentiero 801 che scende fino al Passo Croce d’Aune (1015 m), per poi rientrare ad Aune.